Con l’età che avanza, alcune attività quotidiane divengono più difficoltose: alzarsi da seduto, scendere le scale, vestirsi. Inoltre si perde via via il senso dell’equilibrio e, ad esempio, diventa difficile e impegnativo camminare dove il terreno non è pari e anche piccoli ostacoli come il selciato sconnesso diventano difficili da superare. Il rischio di cadute diviene quindi alto e non solo per strada.

Tutto questo è causato da una progressiva perdita della forza muscolare, dell’elasticità articolare e della capacità di equilibrio. Tutto è perduto quindi? No, si può recuperare buona parte delle nostre capacità. Si è visto infatti che l’esercizio fisico (se ben eseguito) può riattivare certi muscoli che sono fondamentali per le attività quotidiane. Il movimento inoltre risveglia quella che è chiamata “intelligenza del movimento”.

Il nostro corpo cioè riesce a imparare e soprattutto e re-imparare i movimenti se questi vengono allenati. Si capisce quindi come sia utile allenare la nostra muscolatura a eseguire certi movimenti che, anche se sono divenuti difficili, possono essere recuperati (R. Blimkey, 1990).

Inoltre, cosa molto importante, si è visto che l’esercizio fisico fa bene non solo al corpo ma anche alla mente. La ricerca clinica ha dimostrato infatti che il nostro cervello può migliorare con l’esercizio fisico, mediante il quale le sue cellule (chiamate neuroni) possono ricrearsi o migliorare le connessioni fra loro (Vaynman, 2005).

Se, oltre all’esercizio fisico di per sé, si aggiungono attività che impegnano anche la mente il risultato del miglioramento della capacità del cervello viene ulteriormente aumentato (Gage, 1999).

Per tali motivi il programma New Age che viene svolto presso il Training Lab Firenze prevede una serie di esercizi progressivi che, oltre a stimolare la muscolatura, attivano anche l’attenzione e la concentrazione mentale “riaccendendo” quella connessione mente-corpo essenziale per una buona salute dell’individuo e buona funzionalità del suo corpo.

Il programma è così composto:
– Valutazione posturale e funzionale iniziale mediante il TUG test (Timed Up and Go Test)*
– Esercizi di rinforzo dei muscoli del bacino, addominali, lombari
– Esercizi per il miglioramento della stabilità e dell’equilibrio
– Esercizi posturali
– Valutazione finale (TUG test)

*Minnesota Falls Prevention Project